Il loro primo messaggio:

”….devi  creare un gruppo di 7 persone .    

 Attenzione che questo gruppo deve essere in sintonia con noi e non lasciarsi prendere né dall’ego né tantomeno dal danaro e soprattutto non si devono circuire le persone…ognuno deve essere arbitro della propria vita e del proprio pensiero…”


Novembre 2010, è iniziata la mia avventura  con i primi contatti e non riuscivo  a capire dache  parte  e dai chi arrivavano (essendo io una sensitiva e con i miei spiriti la comunicazione era completamente diversa, o in scrittura automatica o in veggenza.) Come ho detto, i contatti erano diversi,  con una forte pressione sulla testa e dei fischi alle orecchie che mi creavano problemi, dopo di che percepisco ,molto forte, un’energia pesante ed una comunicazione telepatica…il che non ha reso questo un periodo molto sereno, arrivando a poco a poco a distinguere la differenza di contatto tra i miei spiriti e   gli extraterrestri.

Sinceramente questo mi ha portato  parecchia confusione in quanto nel cerchio delle mie amicizie c’erano molte perone che si interessavano agli ufo...non so  perché percepivo qualcosa di diverso....extraterrestri?

Essendo io come  San Tommaso, non mi davo pace, ne ho parlato con un mio amico prsicpoterapeuta Boris e gli ho chiesto aiuto.

Abbiamo fatto una prima meditazione guidata e la  mia esperienze durante questa meditazione è stata una rivelazione  (premetto che è stata la mia prima esperienza con una meditazione guidata. )

Ho visualizzato diverse cose ma sopratutto mi sono sentita come dentro un bozzolo o meglio dentro un siluro e trasportata nel cosmo. Il tutto è stato molto piacevole, ma soprattutto ho capito che non si finisce mai di fare un percorso, passano gli anni vai avanti ma il proprio percorso non ha mai fine.
La seconda esperienza è stata in gruppo e  molto più ricca.

Ricca nel senso di emozioni, sensazioni, mi sentivo fluttuare e nello stesso tempo ero presente, al che Boris ha detto una frase, “ora andate con Ariella” e devo dire che: che le persone presemnti mi hanno seguito…anche se alcune dice con molta difficoltà.
Alla fine della meditazione ho avuto diciamo veramente il primo vero messaggio da Ashtar:

“La luce vi accompagnerà nel lungo cammino, il messaggio vero è di amore, la luce blu vi accompagnerà e noi sempre vicino. Il vostro amore vi colmerà di luce e amore verso voi stessi e verso l’universo al quale appartenete ed ora sempre di più, anche flora è stata su con voi, l’esercizio è buono stato buono ,ma l’amore che vi darete sarà la vostra salvezza amore la parola chiave per voi…ricordatela ,questa parola dovrà essere il vostro credo e vi aiuterà nella vostra missione che inizia ora continuate soprattutto ad amare”

Un messaggio che dice tutto, in questa missione come la chiama lui, non ci devo essere rivalità,invidie,siamo tutti uguali ma soprattutto dobbiamo volerci amare, amare gli altri, avere rispetto per ciò che fanno gli altri, ascoltare i consigli, certo non è facile, ma come ha detto Ashtar” l’amore vi colmerà di luce” vero l’amore è la parola chiave dell’universo e deve essere la vostra chiave, peccato che troppo spesso ce la scordiamo alle volte per varie ripicche che alla fine non portano a nulla, solamente che allontanare le persone, ma non siamo noi – Io – ad allontanare io come sempre do dei consigli che mi vengono riferiti, poi certamente – anch’io devo smetterla di voler salvare il mondo ed i suoi componenti- non tutti abbiamo le stesse idee e soprattutto lo stesso EGO.

Abbia inizio la mia e la vostra avventura.

Questo progetto è aperto a tutti, ma solamente a chi veramente è consapevole di poter dare Amore, rispetto umiltà può proseguire. Loro ci chiedono amore ed umiltà se si vuole progredire in questo progetto.
Purtroppo alle volte l’armonia che non cè crea negatività,e se non ci si trova a proprio agio, bisogna fare un esame di coscienza dentro se stessi, ma essere sinceri con se stessi, e chiedersi il perché? Perché trovo difficoltà ad aggregarmi al gruppo? Invidia? Povertà interiore?Non sono pronto a questo passaggio della mia vita? Oppure l’ego che subentra ci fa dire cose che magari non pensiamo proprio, tutti abbiamo bisogno degli altri, l’unione fa la forza e se l’unione è collegata all’amore verso gli altri e verso se stessi si crea quell’energia meravigliosa che viene chiamata “Positiva”
Ho fatto molte riflessioni in questo periodo, mi sono messa molto in discussione, è servito lo schiaffo morale che ho ricevuto a suo tempo da un amica, ma le devo dire Grazie mi ha aiutato a capire e soprattutto a valutare se il percorso che faccio è valido o no. Sono convinta che i percorsi della vita cambiano come cambiano le situazioni ,gli episodi, le esperienze che la vita ti presenta su un piatto dorato oppure su un piatto di carta. Sta in noi se accettare, e valutare dove inserire l’opportunità che ci viene data.
Io non voglio e non sono nessuno per giudicare né tanto meno per dire” sei nel gruppo o sei fuori.”

Per partecipare al gruppo ci sono delle regole, non dettate da me, ma da qualcuno più in alto di noi, io sono solamente un operaio che cerco di svolgere il mio lavoro/compito che mi è stato dato con la massima umiltà e fiducia di chi mi segue. Le persone che fanno parte o che faranno parte del gruppo devo lavorare unite, quando ci si incontra si deve vuotare la zavorra, concentrarsi su ciò che si va a fare ed avere il rispetto verso gli altri, non fare chiacchiere inutili se non sono richieste. Inoltre ci sono nel gruppo persone che hanno fatto e continuano a fare il loro percorso e soprattutto credono in ciò che fanno, non credo che sia giusto ostacolare tutto ciò. Nel non credere ai messaggi che ricevono, avere dei dubbi..i dubbi alle volte sorgono perché , stando nella malafede, si è convinti che è rivolto a qualcuno. I messaggi sono messaggi inviate da Esseri di Luce, che vogliono solamente l’unione e l’amore del gruppo, ma certamente né loro né tanto meno io, che non sono nessuno,non ci danno ordini, né ci ordinano che dobbiamo amarci e rispettarci…la vita è diversa per ogniuno di noi, il pensiero è diverso, poi sta in noi a valutare il tutto ed a farci decidere quale strada da fare o da intraprendere, senza né astio, né rancore verso nessuno

“ tutti siamo utili ma nessuno è indispensabile”!